Sant’Oreste non è un paese accessibile ai disabili.

Il superamento delle barriere architettoniche resta una aspettativa che il paese di Sant’Oreste non intende raggiungere. Troppo grandi sono le difficoltà che affrontano i disabili per poter vivere in questo paese: dai mezzi di trasporto pubblici non attrezzati (e soprattutto non scontati, come ne usufruiscono gli anziani over 70) all’accesso nei luoghi pubblici, o in zone del centro storico dove addirittura l’altezza degli scalini crea una barriera insormontabile non solo per loro, ma anche per adulti  e  per anziani (per esempio in Via G.Fiori). Un paese che riserva ai diversamente abili scarsa attenzione, anche da parte dell’Assessorato preposto ai servizi sociali, non attento a permettere l’accesso agevolato nei luoghi pubblici (il piccolo vano dell’ascensore che porta al teatro è stato trasformato in sala d’aspetto per uno studio dentistico, l’ascensore della biblioteca non è abbastanza grande per permettere l’entrata delle carrozzelle e l’accesso al museo è impedito da tre scalini che rappresentano montagne per un disabile). Ma anche l’ufficio postale, dove le scalette di accesso non permettono ad una persona in carrozzella di poter espletare autonomamente le pratiche postali, e non resta che raccomandarsi alle persone di buon cuore (e ce ne sono tantissime a Sant’Oreste) per farsi imbucare una semplice lettera.

Ogni singolo cittadino ha il diritto di vivere la vita dignitosamente, soprattutto coloro ai quali la sorte ha lasciato la denominazione di “diversamente abili”, ed un paese come Sant’Oreste ha il dovere di … … …

Questa voce è stata pubblicata in Soratte Nostro Nuovo. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Sant’Oreste non è un paese accessibile ai disabili.

  1. FRANCESCO scrive:

    Sono un portatore di handicap e vivo questa situazione con fatica perchè molte sono le barriere che ostacolano i nostri movimenti.Il primo locale,nel mio paese,ad essere vietato ai diversamente abili,pensate un pò,è l’ufficio postale…………un luogo pubblico.
    Non è il solo;nei nuovi lavori nessuno ha mai fatto rispettare la regola che bisogna subito procedere per il superamento…………….IN VIA FIORI è STATO AL CONTRARIO. SI PUO’E SI DEVE RIPARARE PER I DIVERSAMENTE ABILI,MA ANCHE PER BAMBINI E CARROZZINE.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *