SNN173

Abbiamo spesso segnalato su questo giornale quanto il nostro Paese risulta poco curato nell’arredo urbano: illuminazione pubblica carente, segnaletica superflua ed invadente, targhe delle vie illeggibili e trascurate, fili elettrici nel caos. Per non dire delle discariche di immondizia nei luoghi che dovrebbero essere giardini pubblici (vedi sotto Viale Europa o all’ingresso del “percorso vita”). Ma chi è che sporca? Chi deve vigilare? Chi deve decidere gli interventi riparatori? Chi ne paga le conseguenze? Se Sant’Oreste da una parte possiede una grande potenzialità turistica e culturale, dall’altra parte presenta agli occhi dei visitatori (ma anche dei santorestesi) il lato peggiore che una città che si definisce turistica possa offrire: trascuratezza e inadeguatezza a ricoprire questo ruolo.

Questa voce è stata pubblicata in Soratte Nostro Nuovo. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *